1 / 9
2 / 9
3 / 9
4 / 9
5 / 9
6 / 9
7 / 9
8 / 9
9 / 9
 


Richieste di “CONCESSIONI” / “AUTORIZZAZIONI” IDRAULICHE PER IL TOMBINATURA DI UN CANALE




DOCUMENTI CHE COMPONGONO LA DOMANDA:

Nel caso il corso d’acqua insista su area demaniale, la concessione sarà assoggettata ad un canone annuo del demanio idrico rapportato alla superficie demaniale occupata e alle tariffe previste nella D.G.R.V. n. 1997 del 25.06.2004.

Alla domanda dovranno essere allegate 4 copie di tutta la documentazione sottodescritta: 1 copia protocollata sarà restituita al richiedente in sede di ritiro dell'autorizzazione/concessione; 1 copia sarà inoltrata dal Consorzio al Comune di competenza.

La mancanza anche di uno solo dei documenti sopra elencati è causa di rifiuto della pratica.

E' preferibile, per quanto possibile, che tutti gli elementi grafici siano riprodotti su un unica tavola. I disegni dovranno essere assolutamente attinenti; non dovranno quindi essere presentati disegni riguardanti aspetti architettonici del progetto completo e potranno essere motivatamente richieste ulteriori copie su supporto informatico in ragione alle necessità istruttorie.

  • Relazione di accompagnamento che illustri lo stato dei luoghi e i nuovi manufatti  e la quantificazione dell’area demaniale interessata e soggetta a canone.
  • Elaborato grafico in tavola unica contenente:
  • Pianta e sezioni stato attuale, di progetto e comparative, quotate in adeguata scala (una sezione ogni 50 metri, una iniziale e una finale per canalizzazioni e tombinature).
  • Particolari manufatti di imbocco e sbocco ed eventuali manufatti lungo il tracciato.
  • Estratto catastale di mappa 1:2.000.
  • Corografia CTR 1:5.000 (nome elemento) della zona in scala.
  • Corografia IGM 1:25.000.
  • Documentazione fotografica.
  • Copia attestazione versamento oneri di istruttoria sul c.c.p. n. 17864356, intestato al “Consorzio di bonifica Brenta - Servizio di Tesoreria”, mediante bollettino postale.
  • Deposito cauzionale per le concessioni che determinano occupazione di aree demaniali costituenti alveo di corsi d’acqua (a discrezione del Consorzio), anche a mezzo di polizza fidejussoria a garanzia della corretta esecuzione dei lavori.
.

E’ sufficiente che sia bollata una copia della domanda e suoi allegati.

Dovrà inoltre essere allegata una marca da  bollo da € 14,62 da applicare sull’originale della concessione o autorizzazione rilasciata.

Per le autorizzazioni di interventi ed opere riguardanti corsi d’acqua non demaniali e quindi con sedime in proprietà privata non verrà applicata alcuna marca da bollo.

 

 

Condizioni tecniche da applicare nella progettazione ed esecuzione del manufatto:

    • Le tubazioni in calcestruzzo munite di giunto a bicchiere, con un diametro netto interno mai inferiore ad 80 cm, dovranno essere posate a regola d’arte in un’unica livelletta raccordante le rispettive quote di monte e di valle. A monte, a valle e nei tratti intermedi (1 ogni 30 m circa) dovranno essere posti idonei pozzetti di raccordo ispezionabili.  A monte della tombinatura, e comunque a distanza dal confine a norma di legge, dovrà essere posata una griglia di protezione, posta inclinata rispetto alla verticale, a cura e manutenzione dei richiedenti e loro aventi causa. Qualsiasi responsabilità o eventuali danni a cose o persone conseguenti alla mancata pulizia della griglia saranno a carico del richiedente. A fianco di tale griglia dovrà essere realizzato in adeguato manufatto di sfioro, adeguatamente dimensionato al fine di garantire il regolare deflusso dell’intera portata della roggia in caso di ostruzione della griglia.

 

Nel caso il corso d’acqua insista su area demaniale, la concessione sarà assoggettata ad un canone annuo del demanio idrico rapportato alla superficie demaniale occupata e alle tariffe previste nella D.G.R.V. n. 1997 del 25.06.2004.

 

 

.

     
Consorzio di bonifica Brenta
Riva IV novembre, 15 - 35013 Cittadella (PD) - Tel. 049/5970822 - Fax 049/5970859 - E-mail: info@consorziobrenta.it - Posta certificata: consorziobrenta@legalmail.it